Repubblica democratica parlamentare…

Repubblica: res pubblica, cosa pubblica, eppure mi guardo intorno e vedo privatizzazioni ovunque. Ogni giorno le cose pubbliche sono sempre meno.

Democratica: demos kratos, governo del popolo, eppure abbiamo visto TRE presidenti del consiglio dei ministri NON eletti dal popolo. I partiti continuano a ricevere denaro sotto forma di rimborso elettorale in barba al referendum in cui venne abolito il finanziamento pubblico, per cui il popolo può manifestare il suo voto, ma finché al governo continueranno a sedere i maestri dell’inganno, basterà loro cambiare due virgole di un decreto per fregarsene della volontà del popolo… fosse nel bene dello Stato almeno. Invece ciò che è stato ed è ancora fatto è solo per il bene della nuova aristocrazia.

Parlamentare: il parlamento dovrebbe avere il compiti di legiferare non dare la fiducia ai decreti legislativi del governo. Non siamo una repubblica presidenziale. Il concetto stesso di premier è forzato qui in Italia.

Ah dimenticavo… Fondata sul diritto del lavoro, eppure pare che l’unica professione piena di diritti e senza doveri sia la politica, invece in uno stato funzionale non dovrebbero nemmeno esistere i politici per professione, il parlamento dovrebbe essere composto da rappresentanti dei cittadini, che dovrebbero avere molti più doveri che diritti, perché si sono offerti di prendere in mano la responsabilità di una nazione.

Sfido qualunque osservatore estero obiettivo a definire l’Italia attuale come Repubblica democratica Parlamentare fondata sul lavoro.

Siamo due passi oltre l’oligarchia aristocratica e a due passi della dittatura monarchica.

Se non inizieremo a votare qualcosa che porti movimento, che sposti l’attenzione sul concetto di democrazia, che rigetti l’idea del politico e abbracci quella del rappresentante del popolo, che si curi dell’Italia e dei cittadini, non degli interessi delle lobby allora non andremo mai avanti, anzi…

Scusatemi sono di parte, mi stanno sulle scatole i ladri ed i raccomandati, non sopporto esser governato da idioti che per propri interessi distruggono stupidamente la nostra nazione. Io continuo a votare 5 stelle, perché voglio che si cambi rotta prima del naufragio. Voglio che l’Italia sia indirizzata nuovamente verso il benessere.

Io decido per me, ma in troppi pare che continuino a scegliere di non decidere. Si sveglieranno in tempo o si lasceranno che siano altri a tenerli schiavi nel sonno?

F.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...