Categorie
Poesia Risveglio

Ritrovarsi

img_2280.jpg

Mentre ritrovo quello che non sapevo di aver perduto,
penso a cosa io abbia perso, pur senza averlo mai avuto.

Ricordo, come sabbia nella clessidra, chi è scivolato via dalla mia vita.
Scoprendo poi chi ne fa parte ora, con grande sorpresa e gioia infinita.

Non piango per quello che non ho, che non so di aver mai desiderato,
tuttavia sorrido per ogni sogno, anche se non ancora realizzato.

Aspettando ciò che è trascorso e da molto tempo ormai passato,
mi accingo a ripercorrere un futuro, che ho già vissuto e dimenticato.

In un’altra vita, forse, c’è stato un tempo, in cui nulla d’importante si sia smarrito,
ma qui ed ora sono pronto a ritrovare anche quel qualcosa che non è mai esistito.

In un niente che era tutto, in un’assenza mai compresa,
guardo avanti ricordando, che non sono qui in attesa.

Nelle favole e nelle illusioni, non cerco più la verità,
paziente avanzo con fiducia, sicuro oltre ogni asperità.

Ti ritrovo nei miei pensieri, presente, splendida, come sei sempre stata.
Anche un‘ora con te è importante e non potrà mai essere dimenticata.

Scusami per qualsiasi dolore io possa averti mai procurato,
non aspetterei mai un domani per porgerti la pace nella mano.
Adoro della tua anima anche il colore, che nel tempo si è sempre preservato.
Sorridimi, perdonami e abbracciami; ti voglio bene, ti ringrazio e ti amo.

Categorie
Risveglio

Lettere, Sillabe, Parole.

img_2248

 

 

Una piccola raccolta di miei componimenti, buona lettura.

 


 

Ruota

Per molti è un nuovo inizio dopo la fine,
Per altri un divertimento senza alcun fine.
Per alcuni è il momento per chiudere i cerchi,
Altri ti guardano e chiedono: ma cosa cerchi?

Perché tutto é una immensa ruota che gira,
Avanza, si muove, poi si ferma e ti ammira,
Ciò che fai, hai fatto o farai si decide adesso.
Non in questa data ma nel presente stesso.

Per cui che sia un capodanno o il tuo compleanno,
Vivi senza aver timore di cosa gli altri penseranno,
Medita e pensa a tutto ciò che c’è di buono e di migliore,
L’amicizia, la consapevolezza, la compassione e l’amore.

 


 

Calendario Maya

Per chi aspetta alieni e meteoriti
A chi è pronto per rituali e riti
Con grazia, amore, gentilezza.
Ed un pizzico di consapevolezza.

Dato che il mondo checché se ne dica,
entro breve di sicuro e certamente non finirà,
potremmo per favore fare meno fatica,
nel vivere insieme, verso il futuro che verrà.

Che sia Hanukkah, Natale od il Solstizio,
che sia per tutti l’occasione di un nuovo inizio.
Un inizio a prendere in mano le decisioni,
senza lasciare la vita ad altri padroni.

Qualunque sia ora la tua dipendenza
ti auguro con il cuore di poterne viver senza.

Lo sai sono un po’ mago, stregone e sciamano,
e questo basta a molti per definirmi strano,
possiamo parlare di Buddha, Shiva e Cristo,
di ciò che ho provato, sentito e visto.

Eppure c’è qualcosa di semplice e sconvolgente,
Potrebbe cambiare il mondo, i popoli e la gente…
Una ricetta senza ingredienti di tipo alcuno,
È quel qualcosa che tutti sanno e non fa nessuno.

Più pazienza, fiducia ed amore
In te, nel mondo ed in tutto l’universo
Perché si può vincere ogni dolore
Si può ritrovare tutto, anche se perso.

E quest’oggi è questo il mio pensiero
Che lo possa creder anche tu, per davvero.

 


 

Luce e Colore

Ti vorrei qui questa notte, stretta tra le mie braccia,
Tu che ancora non ricordi tutti i miei segreti,
Non importa quanto tardi poi infine si faccia,
Catturando i sogni, con i pensieri come reti.

Per poterteli ridare, più lucenti e sorridenti,
Con in regalo i miei, così che tu possa custodirli,
Fuori dai nostri io, ma nei noi più splendenti,
In un nido di sentimenti, per mai dimenticarli.

Come una carezza, leggera sul tuo sorriso,
Per cullarlo tra le dita ogni istante della vita.
Impresso nei miei occhi vedo il tuo dolce viso,
Anche se sto sognando, ti auguro gioia infinita.

Perché forse non ti conosco, non ti ho mai incontrata,
O magari sei qui adesso e non te ne sei mai andata.
Chissà un giorno, forse sì, saprei ancora ritrovarti,
Per scoprire che non potrei far altro che amarti.

A te che non ci sei, se non nei miei pensieri,
Dedico queste parole, scritte tra mente e cuore,
Nascoste nel destino, tra sfumature di bianchi e neri,
In vero so come sei: abbagliante di luce e colore.

 


 

Tramonto

Immaginando una persona che di certo qui non c’è
Mi ritrovo stranamente a pensare proprio a te.
Che non aspetto e semplicemente non conosco,
Perché il tempo non esiste ed i sogni un luogo losco.

Eppure il tempo scorre ed i sogni pure quelli,
Perché ad ogni mio risveglio non ricordo mai i più belli.
Così anche tu, lo so, non stai più aspettando,
Hai atteso forse troppo, ed ora stai rinunciando.

Cercando non hai trovato ed hai ceduto per il troppo provare,
Eppure rialzandoti subito senza timore hai ripreso a camminare.
Passo dopo passo, sempre avanti senza più aspettare,
Felice di esser viva per il viaggio, non la soglia da varcare.

Soli tra la gente, in compagnia di tutti e nessuno,
Non ci sarà più bisogno di aggrapparsi a qualcuno.
Magari non ci troveremo e non sarà affatto un male,
Perché siamo già entrambi felici, ed è ciò che vale.

Senza sapere di guardare lo stesso cielo e lo stesso mare,
Insieme davanti ad un tramonto che non possiamo dimenticare.

 


 

Idee sognanti

C’era una volta chi ora non è, ma un giorno sarà,
Un’idea o forse solo un pensiero che vaga qua e là.
Come una piuma che volteggia sfuggendo la mente,
Per posarsi sì tra i ricordi, ma solo per un istante.

In fuga ma intrappolata in infinite e variegate realtà,
Perché in fondo un nuovo mondo ogni sogno creerà.
Ma ciò che sembra verità assoluta nel sonno profondo,
Al risveglio non è che un ricordo che sta già scomparendo.

Ed in questo immenso nulla onirico, che forse è l’origine di tutto,
Non dispero di rivederti, perché so con certezza che tu mi aspetti,
Ed anche se aprendo gli occhi, nella tua assenza, sfioro il lutto,
So che ti troverò, cercando indizi anche tra le nuvole sopra i tetti.

Perché in nessuna mente c’è mai stata una sola fantasia,
Che non sia stata prima da un uomo ragionata,
Ed ora che ti cerco, non dimenticarmi, ovunque tu sia,
Perché non mi fermerò mai, prima di averti trovata.

 


 

Differenze

Non sopravvivo, io vivo.
Non cerco, io trovo.
Non spero, io credo.
Non provo, io agisco.

La sottile differenza, nascosta tra cercare e trovare.
L’idea che si frappone, tra il provare e l’agire.
Per chi si impegna a fondo, piuttosto che sperare.
Le parole che si perdono, tra l’ascoltare e il sentire.

A chi non guarda o vede, ma osserva il mondo e la vita.
A chi sorride con gli occhi, lasciando le emozioni fluire.
Che tu possa dare e ricevere la felicità che non si limita.
Per un’esistenza migliore insieme, ancora da costruire.