Categorie
Risveglio

Non esiste Libertà senza Responsabilità

Essere liberi… Il sogno di molti, un diritto di vita per altri, una meta irraggiungibile per altri ancora. Ma solo in pochi comprendono cosa si nasconde dietro la parola libertà.

Perché si può sentirsi liberi in tanti modi e molti purtroppo si basano sull’idea malsana della libertà che si oppone alle regole e alla responsabilità: quel tipo di libertà sconsiderata e senza fondamento che è vittima della stupidità, o per meglio dire “dei comportamenti stupidi”.

Quella è l’idea di libertà sregolata che conduce all’anarchia… Forse potrà sembrare strano, ma sono le regole che formano le basi alla libertà; e la responsabilità di creare e seguire regole giuste ed oneste è la chiave per sentirsi liberi nel mondo.

Perché forse non ci hai mai pensato ma il mondo stesso si basa sulle leggi della natura come la gravità, la termodinamica, l’entropia; la perfezione e l’armonia stessa dell’universo seguono regole chimiche, fisiche e biologiche inviolabili. Altre regole ci permettono di muoverci liberamente in città senza schiantarci con altri automobilisti, sono le regole che compongono il codice stradale, puoi metterla come vuoi, puoi credere quanto vuoi che essere liberi voglia dire vivere senza costrizioni ma se stai vivendo in questo momento il tuo corpo sta responsabilmente seguendo delle regole, stai respirando, il tuo cuore batte e migliaia di altre funzioni autonome ti tengono in vita, e tu hai la responsabilità di trovare aria da respirare, acqua da bere, cibo per nutrirti ed un posto dove riposare.

Ed è una cosa naturale seguire responsabilmente le leggi biologiche perché grazie a loro abbiamo la libertà di vivere; se poi vogliamo vivere socialmente insieme ad altri esseri umani liberi allora DOBBIAMO trovare dei canali di comunicazione comuni e seguire le regole su cui si basano il linguaggio ed il comportamento. Altrimenti gli unici risultati ottenibili sarebbero l’incomprensione ed i fraintendimenti, e non sono basi stabili per creare una relazione sociale che non giunga alla fine al dolore e alla violenza. Comunicare in modo responsabile è il primo passo verso una società consapevole, aperta e funzionale.

Ovviamente alcune regole si possono infrangere, altre ignorare, ma molte altre  vanno seguite senza eccezioni. E le due capacità che ci permettono di esercitare questa libertà decisionale, su cosa seguire o meno, sono la consapevolezza e la responsabilità.

In un mondo ordinato e responsabile la libertà diventa una realtà globale.
In un mondo mondo senza regole e senza responsabilità la libertà è di proprietà di chi detiene più potere.
In questo mondo caotico abbiamo la libertà di decidere verso quale realtà orientarci:
se decidi di non decidere e lasci ad altri il controllo, potrai essere libero solo nei tuoi sogni, e passerai la vita ad esercitare una finta libertà senza responsabilità, potrai far finta di sceglierei quale programma di propaganda vedere in tv, potrai credere di esserti reso utile condividendo sui social network post falsi che non hai mai letto a fondo e di cui non sai nulla, coltivando nel cuore l’idea di aver fatto liberamente qualcosa di buono, ma che in realtà ti hanno reso ancor più schiavo del sistema…
oppure puoi scegliere di esercitare la vera libertà, la libertà di decidere responsabilmente il futuro migliore per te e per il mondo intero.

Un passo alla volta, una parola alla volta, un gesto alla volta...

Kerry

Categorie
Sveglia

Le Sfumature della Comunicazione

La vera e più completa comunicazione si basa su diversi messaggi scambiati simultaneamente da due o più individui. Richiede la presenza fisica, una lingua comune, empatia, un contesto comprensibile ad entrambi, la capacità di interpretare sintatticamente e semanticamente il contenuto, avere coscienza di ironia, sarcasmo e humour, capacità di ascoltare e modulare la comunicazione.
Il trasferimento di informazioni tra individui si basa quindi sulla prossemica, la sintassi, la semantica, la pragmatica e la retorica.

Sarà quindi abbastanza chiaro che, non potendo sfruttare toni di voce, sguardi e atteggiamenti ma solo testo scritto, in questo blog sarà necessario ricorrere a degli espedienti per ovviare alla mancanza di tutte le sfumature paraverbali e del linguaggio del corpo.

Come si può quindi trasmettere per iscritto un messaggio comunicativo che deve colpire con forza?

Cambiando le parole…

Usando vocaboli che sembrano magari fuori luogo o sopra le righe per accentuare e focalizzare l’attenzione, ecco qualche esempio:

1) la situazione politica nel nostro paese non è delle migliori.

2) i politici che hanno rovinato l’Italia se ne devono tornare a casa!

3) gli onorevoli stronzi che hanno tirato quintali di merda su noi cittadini se ne devono andare affanculo!!!

Si può notare chiaramente un animo sempre più caldo leggendo gli esempi. Ma nessuno, neanche il più puritano, può negare quale sia il messaggio più forte.

Intanto iniziate ad informarvi su tutte le bufale e le stronzate che ci propinano i media, imparate a discriminare  le cazzate che si leggono su internet dalle notizie attendibili.
Usate la vostra  testa!
Se siete stati così sfigati da avere una madre tossica o alcolizzata allora siete perdonati, vi ha sputtanato i neuroni e le sinapsi, non è colpa vostra, anche se si iniziasse a parlare di karma si potrebbe dire che in fondo in fondo evidentemente te lo sei cercato. Ma anche se c’è tanta gente rincoglionita ci sarà anche qualcuno che si è rotto le scatole e vuole partecipare attivamente al cambiamento!

Quindi cosa puoi fare?
Inizia ad alzare i toni mantenendo la diplomazia, inizia ad aprire gli occhi, mettiti davanti a uno specchio, fatti un esame di coscienza e dopo esserti chiarito le idee ed aver iniziato a cambiare il tuo atteggiamento… vai! Solo allora inizia a rompere i coglioni a chi se ne sta ancora al calduccio nel suo laghetto di merda. Soprattutto prima di dare l’esempio sii tu stesso un esempio per te. Diventa bravo in qualcosa, dimostra di saper fare qualcosa di utile e di buono, lavora, studia, fai beneficenza, insegna, dai l’esempio che manca! Guida chi ancora non sa far altro che farsi guidare, e guidalo a prendere il controllo della sua vita.

Per iniziare a fare del tuo meglio in questo momento apri google, bing, yahoo, o quello che ti pare ed inizia a informarti, magari riguardati l’inizio del post e se non conosci qualche termine studialo!

Perché prima di vivere con gli altri bisogna imparare a comunicare, ma il linguaggio non è bianco o nero, ha migliaia di sfumature.

Ed ora con grazia e pace ti saluto e ti auguro ogni giorno di migliorare il tuo modo di comunicare.

Dusk 1

Categorie
Sveglia

Il buongiorno NON si vede dal mattino

Se fosse vero che “il buongiorno si vede dal mattino” hai mai pensato cosa potrebbe credere la tua mente quando le cose al mattino iniziano di merda?

Perché qualsiasi cosa tu dica e ripeta, che siano scherzi o prese per il culo, avrà un effetto fisico e psicologico su di te. Più ti lamenti che le cose vadano male più ti sentirai una schifezza, ma farai inconsciamente di tutto per aver ragione nel sentirti male, e così ti sentirai ancora di più una merda. Per cui direi che sarebbe proprio il caso di stare attenti a ciò che dici, e soprattutto a come.

Il bello della libertà infatti è che puoi scegliere anche di buttarti giù. Ma se ci tieni tanto a piangerti addosso, fallo per i cazzi tuoi, nascosto in casa tua senza non rompere le palle a chi vuole sorridere! Non vogliamo altri modelli negativi, ce ne sono già troppi in quella scatola di controllo mentale difettosa che si chiama televisione, difettosa perché difficilmente controlla, più spesso rincoglionisce!

Io voglio vedere in giro più facce sveglie, voglio incontrare persone che hanno compreso in che posto viviamo e che siano pronte a cambiarlo, VOGLIO sentire nel aria quel movimento sottile di un popolo che si sta risollevando. E quel suono si produce nei piccoli gesti che DOBBIAMO compiere per creare emozioni forti, che siano risate o pianti, scoppi di felicità o scatti di rabbia, basta che siano emozioni VIVE, perché se provi un emozione così significa che sei vivo e sveglio. Confido che anche tu lo voglia.

Dawn in city

Categorie
Risveglio

Primo Silenzio

Nel silenzio della mente potrai ascoltare,
Ciò che i tuoi pensieri abilmente nascondono,
La voce profonda che ti invita a cambiare,
A vivere il presente come un gran dono.

Se ti perdi nel domani, oggi non vivi:
Preoccupazioni, paura ed insicurezza,
Tra corse ed affanni così sopravvivi
Perché senza l’oggi non c’è certezza.

Il passato è il freno che ti tiene a bada,
Ti fa perdere energia dove non hai influenza;
Esci dai ricordi, lascia solo che accada,
Nel presente qui ed ora, di ieri ne puoi far senza.

Tutto questo solamente per sussurrarti,
Che le cose possono andare sempre e comunque bene,
Certo c’è da rimboccarsi le maniche, devi impegnarti,
Perché il destino oggi saprà ridarti ciò che trattiene.

F.

Today bw

Categorie
Sveglia

Primo Grido

In un mondo in cui la norma è parlare senza combinare nulla, si tende ad ammirare chi fa del bene senza darne notizia. Ammirevole vero?

Ma neanche per sogno!

Viviamo in un paese che nuota nella merda accumulata dal fancazzismo di una “casta” che nonostante il nome è tutt’altro che limpida. Qui tutti danno per scontato che nessuno possa fare nulla; per cui, se tieni per te le cose buone che fai, non stai facendo la cosa giusta. Mi dispiace, anzi no non mi dispiace affatto romperti le palle perché in questo momento bisogna urlare a chi dorme, e come aprirà gli occhi ancora intontito dal sonno bisogna fargli vedere cosa si può fare! Non serve tentare di fare miracoli perché se non riesci a mantenere cosa prometti sono cazzi, la gente non ti prenderà più sul serio e l’unica cosa che sarai riuscito a fare è di tirare l’ennesima spalata di merda su questo paese, ciò che è dannatamente necessario e vitale è semplicemente iniziare a fare piccole cose utili e dare l’esempio! C’è bisogno di modelli, e per favore stai bene attento… quando si dà l’esempio bisogna farlo in modo INECCEPIBILE, per cui non raccontare palle, non tirartela, ma porca puttana datti da fare PUBBLICAMENTE!

Non è vero che non si può più fare un cazzo per l’Italia, si può invece fare TUTTO! Basta iniziare con piccoli gesti utili, lasciar perdere le stronzate e spargere la voce.

La gente che dorme è felice di farsi guidare per cui la SI DEVE guidare finché non faremo un casino tale da svegliarli di botto! L’esempio se dato con criterio e senza strafare è il primo passo per il cambiamento che NON possiamo più permetterci di aspettare!

SVEGLIA!!!

F.

Sunrise bright and early